Il Presidente Fedriga in Irisacqua

Ultime novità in evidenza
Filtri
News
Filtri
Categoria
Comune
Data di pubblicazione
  • 2022
  • 2021
  • 2020
  • 2019
  • 2018
  • 2017
  • 2016
  • 2015
  • 2014
  • 2013
  • 2012

Il Presidente Fedriga in Irisacqua

  • Categoria: Comunicazioni

Due ore di colloquio con la dirigenza dell’azienda per conoscere la realtà di Irisacqua, lo stato delle reti dei 25 Comuni della provincia di Gorizia e per avere il quadro degli ingenti investimenti in corso e previsti per i prossimi anni: il Presidente della Regione Massimiliano Fedriga è stato nella sede di viale IX Agosto per incontrare l’Amministratore Unico Gianbattista Graziani e il Direttore Generale Paolo Lanari, accompagnato dai Consiglieri Regionali Antonio Calligaris e Diego Bernardis

Ho trovato una splendida realtà – ha commentato il Presidente Fedriga – che seppur di dimensioni minori rispetto ai colossi nazionali del settore riesce a fornire un servizio di eccellenza ai cittadini e a garantire la realizzazione di interventi con investimenti di assoluta importanza. Il settore dell’acqua è tanto importante quanto complesso e la dirigenza di Irisacqua mi ha rappresentato le importanti sfide che vanno affrontate oggi e nel prossimo futuro, come la gestione delle tubature in cemento amianto che verranno dismesse e le difficoltà burocratiche che allunga i tempi per la realizzazione dei progetti, rallentando gli investimenti e quindi l’immissione di milioni di euro di risorse economiche nel comparto produttivo. Per quanto di nostra competenza – ha concluso il Presidente – la Regione è al fianco di Irisacqua e degli altri gestori del servizio idrico integrato del Friuli Venezia Giulia, daremo sempre loro il nostro sostegno”.

Ringraziamo il Presidente Fedriga – ha aggiunto Gianbattista Graziani – non solo per essere venuto a visitare la nostra azienda, ma soprattutto per aver ascoltato con grande attenzione le nostre istanze e aver compreso le sfide che ci troviamo ad affrontare e che potremo vincere solo grazie ad un lavoro di squadra con le istituzioni. In questi mesi, ad esempio, stiamo lavorando con lo staff tecnico del Sottosegretario del Ministero per la Transizione Ecologica Vannia Gava per ottenere un chiarimento interpretativo ed eventuali modifiche legislative per la gestione delle tubature in cemento amianto che stiamo dismettendo. La legge oggi ci impone di rimuoverle e smaltirle in specifiche discariche, in Italia ma anche all’estero, con costi altissimi che comprimono la nostra possibilità di intervento. Il nostro obiettivo è poterle lasciare interrate dove si trovano attualmente, la scelta più sicura da un punto di vista ambientale e della salute e che lascia la porta aperta a una futura riconversione di queste strutture in possibili passaggi per sottoservizi o come sistema idrico di emergenza in caso di necessità”.

Dall’approvazione nel 2006 del Piano d’Ambito ad oggi – ha sottolineato il Direttore Generale Paolo Lanari– Irisacqua ha avviato opere per 196 milioni di euro e ne ha realizzate per 116, una cifra che ci pone sicuramente tra le prime stazioni di committenza della Regione. Sono risorse che non solo vanno a garantire servizi efficienti e di qualità, ma che ricadono direttamente nel tessuto produttivo delle aziende, anche locali, sostenendole. Questa capacità di investimento va mantenuta e preservata soprattutto in un momento in cui i rincari di energia elettrica e materie prime la mettono in difficoltà”.

Pagina aggiornata il 18/05/2022

Notizie correlate