Incontro con la Giunta di Romans d’Isonzo

Ultime novità in evidenza
Filtri
News
Filtri
Categoria
Comune
Data di pubblicazione
  • 2022
  • 2021
  • 2020
  • 2019
  • 2018
  • 2017
  • 2016
  • 2015
  • 2014
  • 2013
  • 2012

Incontro con la Giunta di Romans d’Isonzo

  • Categoria: Comunicazioni

Le esigenze del territorio di Romans d’Isonzo sono state al centro dell’incontro, tenutosi presso il Municipio del comune isontino, tra l’Amministratore Unico di Irisacqua Gianbattista Graziani, il Sindaco Michele Calligaris e gli assessori Alessio Bosch, Verdiana Verzegnassi e Francesca Bellanca.

“E’ stato un incontro proficuo – ha commentato il Sindaco Calligaris – per avere il quadro dei prossimi interventi previsti da Irisacqua sul nostro territorio e per rappresentare all’Amministratore Unico Graziani le esigenze del nostro Comune. Nell’occasione abbiamo anche inaugurato la fontanella donata da Irisacqua che abbiamo collocato al centro di Piazza Candussi. Siamo stati tra i primi comuni ad aderire a questa bella proposta che abbiamo interpretato come un richiamo ad un passato in cui le fontanelle erano luoghi di ritrovo per i bambini che giocavano nelle vie del paese. Il luogo che abbiamo scelto ha anche una valenza storica, lì da sempre ci sono una vasca e un pozzo che fanno parte della memoria di Romans d’Isonzo, un ritorno al passato quindi ma con un rinnovamento”.

“Ringrazio il Sindaco per l’invito – ha dichiarato Graziani – e per aver colto lo spirito di queste fontanelle che stiamo collocando in tanti comuni e con cui vogliamo veicolare un messaggio importante sull’utilizzo dell’acqua della nostra rete, che è ottima dal punto di vista della qualità, è a km zero, economica e costantemente controllata. Usarla al posto di quella in bottiglia, sia dai propri rubinetti di casa che dalle fontanelle, significa anche fare un favore all’ambiente diminuendo l’utilizzo di plastica”.

Graziani ha illustrato alla Giunta alcuni dati relativi alla sostituzione delle tubature in cemento amianto nel territorio di Romans d’Isonzo: “Nel 2007, quando Irisacqua ha effettuato il censimento di queste tubature, in questo comune vi erano quasi 20 km di condotte in cemento amianto. Ne abbiamo già sostituiti 3,8 e altri 6 verranno dismessi nel corso dei prossimi tre anni, nella prima tranche di interventi del progetto decennale che abbiamo intrapreso. I circa dieci km rimanenti verranno rimossi entro i prossimi dieci anni”.

Graziani e Calligaris hanno concordato sull’opportunità di un confronto tra gli uffici tecnici affinchè questi lavori siano coordinati e possano integrarsi con i lavori di asfaltature e di manutenzione che l’amministrazione comunale ha in programma, al fine di limitare al minimo i cantieri e i disagi per la cittadinanza.

Romans è interessata inoltre in questi giorni dal primo lotto di sostituzione dei contatori obsoleti, un altro progetto decennale che Irisacqua ha intrapreso per dotare tutte le utenze della provincia di contatori di nuova generazione, adatti anche alle letture da remoto in un’ottica di “smart city” che aiuteranno ad avere letture più precise e a intercettare con tempestività le perdite occulte.

Nell’incontro l’Assessore all’Ambiente Alessio Bosch ha rappresentato a Graziani anche l’esigenza di intervenire nel territorio della frazione di Versa, dove è collocato il depuratore di Irisacqua, al fine di mitigare il rischio idrogeologico in concomitanza con importanti precipitazioni piovose.

“La frazione di Versa – ha spiegato l’Assessore Bosch – si trova alla confluenza del fiume Judrio con il Torre e in occasione di precipitazioni eccezionali quel territorio è soggetto ad allagamenti che possono interessare anche l’abitato, oltre ai terreni agricoli”.

“Le reti di scolo delle acque meteoriche realizzate diversi decenni fa – ha commentato Graziani – non sono più adatte a smaltire le precipitazioni che abbiamo oggi, molto più intense a causa del cambiamento climatico. Questo fattore unito e diversi altri, come lo scarico del depuratore nello Judrio e la conformazione del territorio stesso, dovranno essere analizzati assieme a tutti i soggetti pubblici competenti per trovare la soluzione migliore. E’ interesse di tutti avere una situazione di sicurezza e di massima efficenza delle infrastrutture”

Pagina aggiornata il 17/12/2021

Notizie correlate