L’Assemblea dei Soci conferma Graziani alla guida di Irisacqua

Ultime novità in evidenza
Filtri
News
Filtri
Categoria
Comune
Data di pubblicazione
  • 2021
  • 2020
  • 2019
  • 2018
  • 2017
  • 2016
  • 2015
  • 2014
  • 2013
  • 2012

L’Assemblea dei Soci conferma Graziani alla guida di Irisacqua

  • Categoria: Comunicazioni

L’Assemblea dei Soci di Irisacqua ha riconfermato all’unanimità dei presenti il dott. Gianbattista Graziani alla guida della società, come Amministratore Unico, per un nuovo mandato triennale.

Voglio ringraziare i soci per la fiducia che mi hanno accordato – ha commentato Graziani – e un sentito ringraziamento voglio estenderlo anche a tutte le persone che lavorano in Irisacqua: è grazie alle loro professionalità che ho potuto presentare all’Assemblea i buoni risultati conseguiti dal 2017 ad oggi e delineare gli obiettivi dell’azienda per il futuro. 

Per me è inoltre motivo di particolare soddisfazione aver ricevuto una fiducia unanime da parte dei soci perché testimonia il buon rapporto che si è instaurato anche con chi non aveva appoggiato la mia nomina nel 2017 e con i sindaci che avevano eccepito sulle modalità con cui era stata decisa. Quella contrapposizione sul metodo non ci ha impedito di instaurare un rapporto di piena e proficua collaborazione a pieno vantaggio dei cittadini e dei servizi offerti, e i nuovi patti parasociali approvati da tutti i Consigli Comunali hanno superato definitivamente quelle problematiche“.

Graziani durante l’assemblea ha ripercorso quanto fatto da Irisacqua durante il suo primo mandato: “In questi tre anni ci siamo concentrati non solo sugli aspetti tecnici del nostro servizio ma anche nel comunicare meglio all’esterno, e quindi agli utenti e ai cittadini, per promuovere e divulgare l’importanza della risorsa idrica, il suo rispetto e soprattutto la qualità dell’acqua che eroghiamo. Il nostro obiettivo è comunicare a quante più persone possibile che l’acqua della nostra rete è un’alternativa buona e sicura alle acque in bottiglia e che sceglierla non solo è economico ma è anche una scelta per l’ambiente perchè significa rinunciare a migliaia di bottiglie di plastica e abbattere l’inquinamento dovuto al trasporto di queste bottiglie dagli stabilimenti agli scaffali del supermercati. Per raggiungere questo obiettivo abbiamo messo in campo molte iniziative, dagli erogatori itineranti al rifacimento del sito web dell’azienda, dalla presenza a Gusti di Frontiera fino al grande progetto nelle scuole primarie, che abbiamo dovuto interrompere per il Covid ma che riprenderemo a settembre e che ha coinvolto già oltre 700 bambini in un percorso di scoperta dell’acqua guidato dalle educatrici della Cooperativa Arteventi.

Abbiamo anche iniziato – ha aggiunto l’Amministratore Unico – il grande progetto di sostituzione di tutte le tubature di cemento amianto ancora presenti nella rete acquedottistica, una sfida che ci impegnerà per i prossimi dieci anni e che abbiamo voluto iniziare con un convegno dall’alto profilo tecnico che ha visto confrontarsi medici, ingegneri, gestori, giuristi su tutti gli aspetti connessi alla dismissione in sicurezza di un materiale come il cemento amianto. Da questo convegno scaturirà un memorandum che trasmetteremo al Ministero per la Transizione Ecologica per proporre delle modifiche normative che rendano più semplice, e quindi incentivino, questo tipo di operazioni.

Le iniziative intraprese sono e saranno molte, ricordo anche il Master in Innovazione tecnologica e management del ciclo idrico integrato che abbiamo promosso con l’Università di Udine, e al quale facciamo partecipare alcuni dei nostri ingegneri per dare loro una formazione di alto livello, e il progetto pilota con ATER per implementare contatori di nuova generazione, in grado di comunicare direttamente con l’azienda, che vanno verso la “smart city”,  un approccio che vogliamo esplorare anche per contrastare e ridurre le perdite della rete attraverso una nuova rete di sensori di rilevamento”.

Non solo le cose positive fatte e iniziate, ma anche le difficoltà e le sfide future: “Nei prossimi tre anni – ha detto Graziani – vogliamo continuare con questo approccio per far crescere la qualità dei servizi offerti, non solo per i lavori che eseguiremo ma anche per la spinta all’innovazione che stiamo imprimendo all’azienda su più fronti – penso ad esempio al recente e innovativo accordo con le organizzazioni sindacali ma anche al progetto di Industria 4.0 per la gestione di tutti gli aspetti dell’azienda.

Vi sono anche delle criticità da affrontare e quella prioritaria è la complessità del sistema e della burocrazia che troppo spesso allunga in maniera quasi inverosimile i tempi per realizzare gli interventi. Spesso ci troviamo nella condizione di avere i fondi a disposizione e i progetti pronti, ma di non poter cantierare i lavori per fattori esterni legati alle procedure. Un problema questo – ha concluso – che stiamo affrontando di concerto con gli altri gestori ma di cui si dovrà fare carico anche la politica ad ogni livello”.

Per informazioni:
Ufficio Stampa Irisacqua
alberto.locatelli@me.com – +39 348 2545537

Pagina aggiornata il 30/06/2021

Notizie correlate