Monfalcone, Roggia San Giusto: al via l’iter di riqualificazione

Ultime novità in evidenza
Filtri
News
Filtri
Categoria
Comune
Data di pubblicazione
  • 2020
  • 2019
  • 2018
  • 2017
  • 2016
  • 2015
  • 2014
  • 2013
  • 2012

Monfalcone, Roggia San Giusto: al via l’iter di riqualificazione

Sarà Irisacqua ad avviare l’iter per la riqualificazione e la messa in sicurezza di Roggia San Giusto, una delle principali arterie del sistema idrico sotterraneo di Monfalcone che attraversa la città per oltre 2 chilometri e mezzo.

Un’opera che Irisacqua effettuerà grazie ad una delegazione amministrativa dalla Regione, come stabilito dal decreto firmato nei giorni scorsi dal Presidente Fedriga e come richiesto proprio dal Comune di Monfalcone. L’intervento prevede un primo investimento di 260mila euro, mentre sono disponibili già risorse per un milione e 700 mila euro per i lavori di sistemazione.

Il tombamento di Roggia San Giusto. che in precedenza scorreva a cielo aperto, fu realizzato nel periodo tra le due guerre mondiali con un canale artificiale che in media misura 2 metri per 1,5 metri. Un’opera dalle dimensioni e dalla portata significative che si avvicina a compiere il secolo di vita e che, pertanto, necessita di un intervento di manutenzione e messa in sicurezza, così come evidenziato da uno studio realizzato nel 2014 dalla stessa Irisacqua.

All’epoca infatti il Gestore, durante le analisi ambientali di routine, evidenziò la necessità di affrontare due aspetti dell’opera: realizzare un canale alternativo per il collettamento degli scarichi – che ora vengono riversati direttamente nella roggia e, di conseguenza, in Canale Valentinis e poi in Marina Julia – e risolvere i problemi di stabilità del tombamento.

“Roggia San Giusto scorre sotto il centro cittadino e ha una portata d’acqua significativa, – spiega l’Amministratore Unico di Irisacqua Gianbattista Graziani – le nostre analisi hanno evidenziato la possibilità che alcuni punti della struttura presentino dei problemi di stabilità. È necessario quindi effettuare uno studio approfondito attraverso verifiche strumentali per accertare lo stato di salute dell’opera, individuare i punti e i tratti in cui intervenire e predisporre nel dettaglio il progetto dei lavori. La delegazione amministrativa ricevuta affida ad Irisacqua questa prima fase del percorso che ci porterà alla messa in sicurezza della Roggia, sarà proprio questa perizia a stabilire poi le modalità precise dell’intervento che comunque affronterà come prioritaria la risoluzione dei problemi di stabilità e successivamente si penserà al collettamento degli scarichi. Si tratta – conclude Graziani – di un’opera fondamentale per la comunità di Monfalcone e siamo felici di poter mettere a disposizione la professionalità e l’esperienza dei tecnici di Irisacqua”.

Il sindaco Cisint ha sottolineato come “questo intervento, che risponde a esigenze sanitarie e urbanistiche, rimedierà a una situazione di rischio e di abbandono di un impianto che attraversa le principali aree abitate del centro cittadino e che è stato realizzato ottant’anni fa e non è mai stato oggetto di manutenzioni”.

Il Consigliere regionale Nicoli,presente alla presentazione dell’intervento, ha commentato: “La questione era aperta da tempo e finalmente troverà soluzione. Si tratta di un intervento strategico per Monfalcone perché, oltre a collegare gli scarichi delle ultime utenze alla rete, si tutela l’ambiente pulendo le acque che confluiscono nel Canale Valentinis, che sarà a sua volta oggetto di lavori di riqualificazione urbanistica. Sono fasi strettamente collegate sia a livello ambientale che urbanistico. Tra regione, comune e Irisacqua abbiamo avuto una triangolazione efficace, un lavoro di squadra per realizzare opere pubbliche che in passato sono rimaste ferme per troppo tempo”.

Pagina aggiornata il 06/02/2019
  • Condividi

Notizie correlate