Nota stampa su tavolo sindacale

Ultime novità in evidenza
Filtri
News
Filtri
Categoria
Comune
Data di pubblicazione
  • 2022
  • 2021
  • 2020
  • 2019
  • 2018
  • 2017
  • 2016
  • 2015
  • 2014
  • 2013
  • 2012

Nota stampa su tavolo sindacale

  • Categoria: Comunicazioni

Irisacqua rende noto che ha sostenuto la richiesta, avanzata dalla CGIL, della convocazione nei prossimi giorni di un tavolo di confronto sindacale in Confindustria.

Al tavolo verranno affrontate le tematiche emerse in questi giorni durante un incontro con le RSU e relative al premio di risultato 2021.

Giova ricordare che i parametri che definiscono il premio di risultato sono stati definiti da una contrattazione di cui, non più tardi di fine giugno 2021, i sindacati stessi si dicevano all’unanimità entusiasti, descrivendo l’accordo raggiunto come “un accordo straordinario che cambia il paradigma delle relazioni sindacali e le proietta in un contesto moderno e più in linea con le esigenze e i valori di questa azienda e dei suoi lavoratori”. 

Irisacqua non può quindi accettare ricostruzioni errate, fuorvianti ed offensive che sono dannose sia per i lavoratori che per l’azienda stessa, né tantomeno sono recepibili richieste volte a modificare in corsa i parametri al solo fine di avere tutto e comunque, a prescindere da performance e soprattutto contesto.

La crisi mondiale che, appena negli ultimi mesi del 2021, ha generato una tragica carenza di materie prime, e che ne ha contestualmente fatto aumentare i costi come mai accaduto prima, non poteva essere prevista così come non preventivabile era la rescissione in danno del contratto con l’azienda vincitrice dell’appalto per il Depuratore di Staranzano. 

Sono questi i fattori che hanno determinato il ritardo degli investimenti previsti. Il fatto che fossero obiettivi assolutamente raggiungibili in un normale contesto è rappresentato dalla constatazione che tutti i lavori sono stati regolarmente consegnati ed avviati da gennaio ad oggi.

L’azienda infine ricorda che la gestione delle risorse economiche è monitorata dalla Corte dei Conti e non è certo nella disponibilità del management disporne in maniera discrezionale.

Infine, va sottolineato che quando si chiede di essere parte attiva e importante nella gestione dell’azienda, si dovrebbe dimostrare di avere a cuore l’azienda stessa nel suo complesso e non solo parte di essa, soprattutto quando questa è pubblica e di fatto di proprietà dei cittadini.

Pagina aggiornata il 01/04/2022

Notizie correlate